ERMETISMO E AUTOSUGGESTIONE

Pubblicato da Damiano Checchin il

ermetismo e autosuggestione

Nel presente articolo ”ermetismo e autosuggestione”, sarà esposto il segreto ermetico del subconscio e le conseguenze pratiche ottenibili dagli insegnamenti esoterici.

Molti lettori potrebbero non comprendere integralmente l’esposizione dello scritto, per il semplice motivo di non essere abituati a “pensare” in termini “magici” eppure, gli stessi neofiti, potranno trarne spunti interessanti per la crescita personale.

Rammentiamo che la rappresentazione di coscienza e di subcoscienza è delineata come finalità ermetica e non filosofico/psicologica pertanto, la seguente trattazione, ha un intento esclusivamente esoterico.

LA COSCIENZA

ermetismo e autosuggestione

Gli insegnamenti misterici ci ricordano che la coscienza ha la sua sede nell’anima e, si attiva nel corpo, attraverso il cervello che si trova nella scatola cranica.

Il subconscio invece è una proprietà dell’anima, collocato nel cervelletto e quindi nella parte posteriore del cranio.

In un individuo sano, la sfera normale della coscienza è praticamente intatta ed egli, in qualunque momento, può fruire delle sue specifiche funzioni.

Il subconscio è il suo esatto opposto e pensieri, volontà, sentimenti, intelletto, sono riflessi nell’inconscio in modo contrario.

Gli stimoli a tutto ciò che è indesiderabile hanno origine nella dimensione del subconscio e spetterà a noi, attraverso esercizi di ermetismo e autosuggestione, capire come controllare l’inconscio e renderlo un potente alleato dei nostri pensieri.

IMPARARE A TRASFORMARE  L’ANTAGONISMO DEL NOSTRO EGO

ermetismo e autosuggestione

L’aspetto “antagonistico” del nostro ego dovrà essere trasformato per proiettare le idee nella realtà in cui dimoriamo, realizzando in tal modo i nostri desideri.

Il subconscio, nel mondo materiale, ha bisogno di tempo e di spazio per la sua realizzazione: questi due principi fondamentali sono validi per tutto ciò che dovrà essere trasformato in realtà dal mondo casuale.

Depauperando il tempo e lo spazio dal subconscio, la polarità opposta cesserà la sua influenza e il suo condizionamento, facendo in modo che si attivi un portale che ci permetterà di realizzare gli obiettivi.

“Obnubilando” il subconscio, avremo modo di servirci dell’autosuggestione per ottenere i benefici che ci accompagneranno a un cambiamento della realtà.

Un esempio pratico è l’infondere nel subconscio il desiderio di non fumare per eliminare questa cattiva abitudine. Esso farà in modo di ostacolarci per rendere l’obiettivo più difficile da raggiungere e, se la nostra volontà sarà debole, l’inconscio avrà la meglio sulle nostre aspettative.

D’altra parte, attraverso esercizi di ermetismo e autosuggestione, possiamo escludere i concetti di spazio/tempo mentre fecondiamo il nostro obiettivo: l’inconscio, in questo modo, lavorerà utilizzando un solo polo energetico (positivo o negativo) e, la normale coscienza, sarà equilibrata fino al raggiungimento in forma reale del desiderio espresso.

ESPRIMERSI CORRETTAMENTE PER AUTOSUGGESTIONARSI

ermetismo e autosuggestione

Il modo corretto per formulare una richiesta al subconscio consiste in espressioni nel tempo presente, in forma imperativa e prive di negazioni.

Non si dovrà dire “Smetterò di fumare” – “Non fumerò più” ma “Io smetto di fumare!” oppure “ Fumare è orribile!”.

Il segreto dell’ermetismo e autosuggestione va ricercato nella forma della frase e nella sua impostazione. È una regola semplice da tenere in grande considerazione altrimenti, i vostri sforzi, saranno inutili.

Un altro punto fondamentale, è di ricordare che il subconscio agisce più efficacemente durante la notte, quando le barriere consce si allentano, pertanto assegnate il comando al cervello poco prima di addormentarvi.

L’esperto nelle arti ermetiche non si coricherà mai in uno stato emotivo negativo poiché, siffatte energie mentali, avrebbero un’influenza sfavorevole nel suo inconscio, pronto a inserirle nel flusso dei pensieri dei quali cadrebbe addormentato.

Andate a dormire con pensieri armoniosi, con idee legate al successo, alla salute e alla realizzazione personale.

ESERCIZI PRATICI

ermetismo e autosuggestione

L’articolo “ermetismo e autosuggestione” vuol essere un piccolo compendio per aiutarvi a realizzarvi e a rendervi persone migliori.

Procuratevi una collanina (che potrete costruire) munita di quaranta piccole sfere di legno o di qualsivoglia materiale che avrete a disposizione.

Essa eviterà di farvi enumerare la formula suggestiva che state ripetendo e servirà a darvi il conto delle distrazioni verificatesi mentre eseguite l’esercizio di autosuggestione.

Formulate in parole e a voce alta ciò che desiderate ottenere, utilizzando una frase precisa, al tempo presente, in forma imperativa e senza negazione, come, per esempio: “IO SMETTO DI FUMARE!”

Prima di addormentarvi, prendete la collanina, pronunciando le parole sottovoce oppure mentalmente, pervenendo alla fine della collanina. Avrete così ripetuto la formula di autosuggestione quaranta volte.

Immaginate che il vostro desiderio si sia già manifestato e sia diventato reale. Se siete ancora vigili, ripetete il mantra fino a quando sarete accompagnati da morfeo nel mondo dei sogni: l’importante è di recitare la “frase di potere” che avete creato fino ad addormentarvi.

Ora arriva la parte difficile: bisogna cercare di trasferire il desiderio al sonno e, per farlo, l’allenamento costante e la volontà di trasferimento saranno di grande aiuto per raggiungere l’obiettivo.

QUALI DESIDERI SI POSSONO REALIZZARE MEDIANTE L’AUTOSUGGESTIONE?

La domanda non è per nulla scontata e proveremo a darne una risposta esaustiva.

I desideri che si possono realizzare sono tutti quelli che hanno attinenza con la mente, l’anima e il corpo e che sono in sintonia con il proprio stato vibrazionale.

Non potranno mai realizzarsi desideri che non abbiano nulla a che fare con la propria personalità e il proprio carattere e, se voleste realizzarne di questo tipo, dovreste modificare la connessione alla realtà circostante.

Lo sviluppo degli obiettivi dovrebbe sempre essere in armonia con l’essenza animica poiché il desiderio è parte di uno sviluppo individuale, in sintonia con l’espansione della vostra anima e delle vostre capacità.

Sarebbe inutile chiedere il potere se, il vostro obiettivo, fosse quello di armonizzarvi con l’universo e sarebbe controproducente chiedere la ricchezza materiale, se foste inclini alla più alta spiritualità.

Ognuno di noi deve individuare il proprio ruolo nel mondo, sviluppando i talenti che più gli si addicono.

CONCLUSIONI

L’articolo “ermetismo e autosuggestione” sarà ulteriormente sviluppato nelle prossime settimane.

Al momento, vi consiglio di allenarvi con gli esercizi proposti, alternandoli con quelli che trovate, sempre in questo blog, in “segreti ermetici”.

Ricordatevi di non passare a una nuova formula di desiderio/obiettivo prima di aver raggiunto dei risultati apprezzabili in quella precedente.

Chi intraprende seriamente e in modo sistematico il training, rimarrà sorpreso delle influenze positive sviluppatesi con l’autosuggestione e continuerà a collezionare successi sempre maggiori e in tempi sempre più brevi.

Pertanto armatevi di buona volontà e di voglia di scoprire poiché “Omne ignotum pro magnifico”.


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *