I MERIADIANI DELLA MTC

Pubblicato da Damiano Checchin il

i meridiani della mtc

Proseguiamo con i grandi canali energetici della Medicina Tradizionale Cinese parlando de “i meridiani della MTC”, della milza e pancreas, del cuore e dell’intestino tenue.

i meridiani della mtc

Il meridiano della milza e pancreas si origina sul lato interno dell’alluce, percorrendo il lato interno del piede, arrivando alla caviglia, attraverso il polpaccio e il lato interno di ginocchio e coscia.

Da questa posizione punta in direzione della zona pubica per raggiungere la cavità addominale, posta sopra di essa.

Si divide in un canale che, percorrendo l’interno del corpo, giunge alla milza e allo stomaco. Una successiva ramificazione interna attraversa lo stomaco fino al diaframma, giungendo al cuore, unendosi con il meridiano del cuore.

Il canale principale percorre la superficie dell’addome verso il petto e, da questo punto, penetra all’interno del corpo.

Finisce la sua corsa percorrendo la gola per arrivare alla radice della lingua.

L’apice di attività nel meridiano della milza e pancreas è tra le ore nove e le ore undici del mattino, mentre il suo minimo è tra le ore nove e le ore undici del pomeriggio.

SINTOMI FREQUENTI ASSOCIATI AL MERIDIANO DELLA MILZA E PANCREAS

I disturbi caratterizzati dallo scompenso energetico del meridiano della milza e pancreas sono i bruciori di stomaco, il vomito, il senso di pesantezza, i cambiamenti d’umore, le mestruazioni scarse o irregolari.

TRATTAMENTI SPECIFICI

La MTC si occupa di questi punti fondamentali attraverso tecniche peculiari, integrabili dal pranoterapeuta, per mezzo del flusso energetico generatosi dalle mani.

“Incrocio dei tre meridiani Yin”: trattamento per rinforzare la milza, il fegato e i reni.

La sua stimolazione è di aiuto nei disturbi ginecologici e urogenitali. Il trattamento è utile contro l’esaurimento nervoso e le paure immotivate.

“Sorgente sul tumulo dello Yin”: trattamento per eliminare l’umidita e l’accumulo di acqua nel basso ventre. E’ utile nel caso di edemi, infezioni al basso ventre, infezioni

micotiche vaginali.

“Forra del cielo”: trattamento per i disturbi a livello toracico.

MERIDIANO DEL CUORE (SHAO YIN)

i meridiani della mtc

La Medicina Tradizionale Cinese, nel descrivere le metodologie per questo meridiano, raccomanda una combinazione di medicina ufficiale e di MTC.

Sarebbe sempre consigliabile, a chi si sottopone a qualsiasi trattamento di medicina alternativa, di essere monitorato da un professionista della salute che ne confermerà i progressi, controllando le eventuali anomalie.

Il meridiano del cuore è composto da tre ramificazioni generatesi tutte dal cuore.

La prima ramificazione arriva all’intestino tenue passando per il diaframma mentre, la seconda, si estende lateralmente lungo la bocca fino a raggiungere l’occhio.

La terza ramificazione percorre il polmone, giungendo sulla superfice corporea per arrivare all’ascella. Dall’ascella corre lungo il lato interno del braccio, rasentando il polso e il palmo della mano, per terminare la sua corsa sulla puta interna del mignolo.

Qui si unisce al meridiano dell’intestino tenue.

L’apice di attività nel meridiano del cuore è tra le ore undici e le ore tredici, mentre il suo minimo è tra le ore ventitré e l’una.

SINTOMI FREQUENTI ASSOCIATI AL MERIDIANO DEL CUORE

I disturbi caratterizzati dallo scompenso energetico del meridiano del cuore sono i disturbi circolatori, i problemi di natura cardiaca, le affezioni dell’intestino tenue e la gola secca.

TRATTAMENTI SPECIFICI

I trattamenti per questo particolare meridiano sono i seguenti:

“Fonte suprema”: trattamento per la perdita di appetito, per i disturbi digestivi e per la stanchezza generalizzata.

“Mare del canale Shao”: trattamento per rimuovere il calore dal cuore,  efficace in caso di dolori al gomito.

“Porta dello spirito”: trattamento per calmare la mente e regolare il cuore. Efficace per le malattie psicosomatiche, la paura, l’ansia e i disturbi del sonno.

Continuiamo con l’articolo “i meridiani della MTC” con il prossimo meridiano:

MERIDIANO DELL’INTESTINO TENUE

i meridiani della mtc

Il meridiano dell’intestino tenue inizia sulla punta esterna del mignolo, attraversando il palmo della mano e proseguendo lungo il lato posteriore dell’avambraccio, passando per il lato esterno dell’omero fino alla spalla.

Dalla spalla sale nel punto più alto della schiena, incontrando il Vaso Regolatore.

In questo punto il meridiano dell’intestino tenue si divide in una ramificazione passante per il cuore, il diaframma e lo stomaco fino a giungere nell’intestino tenue.

La seconda ramificazione parte dal collo, proseguendo lateralmente sulla guancia per arrivare all’angolo esterno dell’occhio e poi all’orecchio.

Dalla guancia si crea un’ulteriore divisione, ove, una minuscola diramazione si estende verso l’angolo interno dell’occhio, collegandosi con il meridiano della vescica.

L’apice di attività nel meridiano dell’intestino tenue è tra le ore tredici e le ore quindici, mentre il suo minimo è tra l’una e le tre di notte.

L’elemento associato al meridiano dell’intestino tenue è il fuoco e la sua energia è utilizzata per separare ciò che nutre il corpo, la mente e l’anima da ciò che possono danneggiarli.

SINTOMI FREQUENTI ASSOCIATI AL MERIDIANO DELL’INTESTINO TENUE

I disturbi caratterizzati dallo scompenso energetico del meridiano dell’intestino tenue sono i disturbi a carico dello stomaco e dell’intestino tenue, la sciatica, il colpo della strega, i problemi vascolari, la sordità, il torcicollo e il dolore cervicale.

TRATTAMENTI SPECIFICI

I trattamenti per i meridiani MTC della milza e pancreas, del cuore e dell’intestino tenue, sono differenti rispetto alla metodologia effettuabile attraverso i passaggi pranoterapici e, i principali, sono elencati qui sotto:

“Punto Shu dell’omero”: trattamento efficace per i problemi delle spalle e della nuca, irrigidimenti e capsulite adesiva della spalla.

“Punto Shu esterno della spalla”: trattamento per alleviare dolori della nuca e delle spalle.

“Palazzo dell’udito”: trattamento per “aprire” l’orecchio, molto efficace nei problemi legati a esso.

CONCLUSIONI

In quest’articolo abbiamo affrontato i meridiani della MTC della milza e pancreas, del cuore e dell’intestino tenue.

Mi rendo conto che, per noi pranoterapeuti, non sia essenziale conoscere la posizione dei meridiani descritti nella Medicina Tradizionale Cinese eppure, avere una preparazione di base sulla MTC, può essere di grande aiuto per nostro lavoro di canalizzatori energetici, essendo una disciplina antichissima che merita attenzione e rispetto.

Continueremo con la descrizione dei meridiani augurandomi, attraverso queste pagine, di farvi appassionare a quest’arte orientale che, anche oggi, ha molto da insegnare.


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *