I MERIDIANI STRAORDINARI

Pubblicato da Damiano Checchin il

i meridiani straordinari

Concludiamo i nostri articoli con il meridiano della cistifellea, con quello del fegato e con i meridiani straordinari della Medicina Tradizionale Cinese.

IL MERIDIANO DELLA CISTIFELLEA (SHAO YANG)

i meridiani straordinari

Nella Medicina Tradizionale Cinese, lo Shao Yang, è associato alla capacità di prendere decisioni.

Il meridiano della cistifellea si origina nell’angolo interno dell’occhio, dividendosi in due tralci. Uno, rimanendo in superficie, si muove a zigzag nella parte laterale della testa, passando dietro all’orecchio e raggiungendo la spalla. Da questo punto prosegue lungo le costole per arrivare all’anca.

L’altro tralcio si espande all’interno del corpo passando per la guancia, il collo, il petto, il fegato e la cistifellea. Raggiunta la parte inferiore dell’addome, torna in superficie unendosi con la prima diramazione, all’altezza dell’anca.

Il canale, ricongiuntosi, prosegue dal lato esterno della coscia verso ginocchio e stinco, attraversando malleolo e collo del piede, per terminare la sua corsa sulla punta del secondo dito.

All’altezza del collo del piede, si genera una nuova ramificazione che si estende nel piede fino all’alluce dove s’incontra con il meridiano del fegato.

L’apice di attività del meridiano della cistifellea è tra le ore ventitré e l’una di notte mentre, il suo minimo, è tra le ore undici e le ore tredici del pomeriggio.

SINTOMI FREQUENTI ASSOCIATI AL MERIDIANO DELLA CISTIFELLEA

I disturbi caratterizzati dallo scompenso del meridiano della cistifellea sono il mal di testa, i disturbi oculari, i dolori del torace e delle spalle e i problemi al sistema linfatico.

TRATTAMENTI SPECIFICI

“Poter udire”: trattamento per i disturbi dell’orecchio e della mandibola e per il miglioramento della capacità uditiva.

“Stagno del vento”: trattamento per favorire la vista e l’udito, per il mal di testa e per il raffreddore.

Libera la psiche dai pensieri che affollano la nostra mente, attraverso la dispersione del vento e del calore.

“Il cerchio per saltare”: trattamento proficuo la sciatalgia e il mal di schiena.

IL MERDIANO DEL FEGATO (JUE YIN)

i meridiani straordinari

L’ultimo meridiano, prima di descrivere i meridiani straordinari, è quello del fegato.

Il meridiano del fegato detto altresì “detentore del comando supremo” è il responsabile della volontà e della capacità di pianificazione.

Esso inizia dalla punta dell’alluce, passando per il collo del piede e davanti al malleolo interno, raggiungendo il polpaccio (lato interno) per proseguire verso l’alto, lungo il lato interno della coscia, per giungere nella zona pubica.

Dalla zona pubica volge verso i genitali esterni, penetrando nel basso ventre per raggiungere fegato e cistifellea.

Sotto le costole, il meridiano del fegato si divide svariate volte, incontrando il meridiano del polmone.

Una diramazione corre tra la trachea e la gola per proseguire verso l’occhio, continuando sulla fronte, fino all’apice della testa.

Dalla guancia si divide un’altra ramificazione che curva intorno alle labbra.

L’apice di attività del meridiano del fegato è tra le ore una e le ore tre della notte mentre, il suo minimo, è tra le ore tredici e le quindici del pomeriggio.

SINTOMI FREQUENTI ASSOCIATI AL MERIDIANO DEL FEGATO

I disturbi caratterizzati dal meridiano del fegato sono l’irritabilità, il nervosismo, la secchezza della gola, il colorito pallido, i disturbi mestruali e il senso di pesantezza all’altezza del torace.

TRATTAMENTI SPECIFICI

“Il grande impulso”: trattamento per regolare il Qi del fegato e le mestruazioni.

Utile per i problemi alla testa, agli occhi e al petto.

“Porta della sezione”: trattamento di azione per il Qi del fegato e della milza, utile nel caso di problemi epatici e disturbi digestivi.

“Porta del circolo del Qi”: esso è il punto centrale per tutte le malattie legate al fegato. Il suo trattamento è utile per calmare lo stomaco.

I MERIDIANI STRAORDINARI

Oltre ai dodici meridiani principali, collegati a un determinato sistema di organi, ci sono dei canali che non appartengono a nessun tipo di percorso pratico.

Sono canali, detti “i meridiani straordinari”, che agiscono sulla regolazione di quelli principali.

Questi meridiani straordinari, chiamati Du Mai (vaso regolatore) e Ren Mai (vaso servitore) si estendono singolarmente verso il centro del corpo.

Il vaso regolatore percorre il lato posteriore del corpo mentre, il vaso servitore, percorre il lato anteriore, in una stretta correlazione che li accomuna.

VASO REGOLATORE (DU MAI)

i meridiani straordinari

Il vaso regolatore controlla i cinque meridiani Yang e il meridiano del pancreas.

Nell’area superficiale agisce sull’energia psichica mentre nell’aria inferiore sull’energia fisica.

Questo vaso si genera nella cavità pelvica. Una diramazione, dall’interno del corpo, raggiunge i reni mentre l’altra si estende verso il basso, salendo in superfice tra l’ano e i genitali esterni (all’altezza del primo chakra). Prosegue verso l’estremità del coccige, lungo la colonna vertebrale, fino ad arrivare alla testa e al cervello.

Dal cervello, il ramo principale, percorre la sommità del cranio per ridiscendere verso la fronte, il naso, terminando nella gengiva superiore.

SINTOMI FREQUENTI ASSOCIATI AL DU MAI

I disturbi caratterizzati dal Vaso Regolatore sono gli svenimenti frequenti, la sterilità, l’incontinenza, le emorroidi, il mal di schiena e il torcicollo.

TRATTAMENTI SPECIFICI

“Porta della vita”: trattamento per le malattie renali, la scarsa energia sessuale, il mal di schiena, e i forti raffreddori.

Il trattamento è utile per gli irrigidimenti e le contrazioni muscolari.

“Grande vertebra”: trattamento utile a rafforzare i reni e a incrementare i nutrienti che alimentano il corpo.

“Cento riunioni”: trattamento per regolare le funzioni epatiche. Utile per calmare la mente e per alleviare mal di testa, vertigini, insonnia e ipertensione.

VASO SERVITORE O DI CONCEZIONE (REN MAI)

Il Vaso Servitore (o di concezione) controlla i sei meridiani Yin e influenza gli organi genitali.

Il vaso inizia anch’esso nella cavità pelvica, salendo in superficie all’altezza del perineo. Percorrendo la zona pubica, giunge nell’addome per arrivare al petto, alla gola e alla mandibola. All’interno del corpo aggira la bocca, dividendosi in due ramificazione che terminano la loro corsa negli occhi.

SINTOMI FREQUENTI ASSOCIATI AL REN MAI

I disturbi caratterizzati dal Vaso Servitore sono i dolori al torace e alla zona pelvica.

TRATTAMENTI SPECIFICI

“La barriera dell’energia originaria”: trattamento per i disturbi mestruali e peri problemi legati agli organi genitali.

“Centro dello stomaco”: trattamento per regolare il Qi dello stomaco e per i problemi gastrici in generale.

“Raccoglitore di liquidi, raccoglitore di pappa”: trattamento per i problemi agli occhi, al viso e per i forti mal di testa.

CONCLUSIONI

Con l’articolo “i meridiani straordinari” termina questa breve disamina sulla MTC e sui quattordici grandi canali.

La Medicina Tradizionale Cinese è una straordinaria disciplina e, la sua conoscenza, può essere di grande aiuto anche ai pranoterapeuti MCC, per trattare con più efficacia tutti i casi che si presenteranno nel nostro lavoro.

Ragionevolmente, non possiamo credere che, leggendo questi brevi e incompleti articoli, diveniamo maestri dei meccanismi che governano la MTC tuttavia, mi auguro siano di stimolo all’approfondimento della materia e allo studio della stessa.


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *